Valutare il budget per l'acquisto di una cucina.

Accedi e rispondi Registrati ora
Antonio Princi
31/05/2014 12.23

Valutare il budget per l'acquisto di una cucina.


Aver risorse economiche limitate per comprare la nuova cucina non sempre è un elemento negativo. Fare i conti con il budget, infatti, può aiutare a fare chiarezza sulle priorità che vuoi realizzare e anche a sviluppare con creatività efficaci espedienti per completare l'arredamento a basso costo.L'importante è non cadere nei trabocchetti tipici di queste situazioni: farsi prendere dalla foga degli acquisti (e uscire quindi dal budget) o dallo sconforto per mancanza di fondi (quando il budget è molto ridotto). Ecco alcuni consigli utili.
Paura degli spazi vuoti
Lo spazio dedicato alla cucina nei moderni appartamenti non è quasi mai così grande da far sorgere il problema. Ma a volte può capitare di avere una gran quantità di metri quadrati da arredare. Un errore frequente, compiuto soprattutto per mancanza di esperienza, è di mettersi a comprare moduli solo per "riempire gli spazi vuoti" e ritrovarsi con una quantità di pensili che non corrisponde alle reali esigenze di stivaggio. Per stabilire il giusto numero di unità da acquistare è saggio partire con la stima di accessori, pentole, piatti e bicchieri che conserverai in cucina. Poi ti sarà quanto meno più facile quantificare i pensili che dovranno riempire le pareti. Una conseguenza utile di questa catalogazione potrà essere una selezione delle attrezzature che ti farà tener conto solo di quelle che si utilizzano davvero.

Con un po' di fantasia potrai inventare nuovi utilizzi per le eventuali pareti vuote come, ad esempio, uno spazio ulteriore dove far accomodare gli ospiti. Un ottimo compromesso fra utilità e decorazione sono le mensole aperte. "Costringono" il cuoco ad essere ordinato e pulito, "alleggeriscono" l'arredamento e, soprattutto, in genere sono molto meno costose dei pensili.
Aggiungere fiori, piante e frutta
Non sono solo mobili e costosi complementi d'arredo a rifinire il progetto di una cucina. Per esempio, puoi arricchire ogni stile con le piante giuste, intonate al design. Fiori freschi, ciotole di frutta colorata o una ghirlanda di peperoncino possono portare invece un tocco di colore notevole e sempre rinnovabile.
La teoria del punto focale
In ogni progetto c'è un punto focale, l'elemento che caratterizza tutto l'insieme della futura cucina. Cerca di individuare il tuo. Poiché sarà proprio quello ad avere maggiore importanza, è giusto che su quel determinato punto l'investimento abbia l'impatto maggiore. Destinando lì la percentuale più cospicua del budget potrai cercare di realizzarlo al massimo delle tue aspettative, mentre a tutto il resto assegnerai scelte più modeste, senza rimanere scontento del risultato finale. Tutti gli altri elementi, infatti, prenderanno una posizione secondaria nella scala delle tue priorità.
Se per te, ad esempio, sono importanti gli elettrodomestici, un piano cottura ed un forno di livello professionale saranno senza dubbio belli da vedere, diventando l'attrattiva di tutta la cucina. Se vuoi puntare sulla decorazione, scegli piastrelle speciali e di buona qualità, che attirino subito l'attenzione.